Novità

Indicare la sintesi delle news

LA SPESA ONLINE DOPO IL COVID-19

30.09.2020

La pandemia di COVID-19 ha stravolto tutti i settori in tutto il mondo come mai prima d’ora, e la vendita al dettaglio non fa eccezione. A causa delle misure di lockdown adottate, molti consumatori hanno provato per la prima volta il servizio di consegna della spesa a domicilio o i modelli “click-and-collect”. LEA Reply™ In-Store Picking è una soluzione mobile che semplifica il processo di preparazione degli ordini online in negozio.

IL TREND IN SALITA DELLA SPESA ONLINE PRIMA DELLA PANDEMIA

Sin dalla sua creazione, avvenuta vent’anni fa, l’e-commerce ha cambiato radicalmente le abitudini di acquisto dei consumatori, conquistando tutti i settori della vendita al dettaglio, incluso quello dei generi alimentari.

I dati mostrano che il settore degli acquisti online di prodotti alimentari ha registrato una crescita costante nel tempo e, secondo le ultime previsioni, i profitti aumenteranno ancora di più negli anni a venire:

• Negli Stati Uniti il settore della spesa online è passato da 12 miliardi di dollari nel 2016 a 26 miliardi nel 2018. (Fonte: Business Insider)

• In Italia l’acquisto online di generi alimentari ha registrato una crescita del 39% nel 2019. (Fonte: Netcomm Observatory Politecnico di Milano)

• Secondo uno studio del Food Marketing Institute condotto da Nielsen, entro il 2025 le vendite online di prodotti alimentari raggiungeranno i 100 miliardi di dollari e rappresenteranno circa il 20% della vendita al dettaglio totale di generi alimentari.

Tuttavia, nonostante la tendenza al rialzo e gli investimenti considerevoli da parte delle principali catene di supermercati, fino a poco tempo fa la crescita di questo settore, seppure evidente, era comunque lenta.

Storicamente ha registrato una diffusione bassa nelle famiglie, solo il 10% dei consumatori statunitensi fa regolarmente la spesa online. La maggior parte di essi preferisce ancora andare nei supermercati tradizionali, abbassandone notevolmente il tasso di adozione. (Fonte: The NPD Group)

CRESCITA ACCELERATA DURANTE LA PANDEMIA

La pandemia di COVID-19 ha stravolto tutti i settori in tutto il mondo come mai prima d’ora, e la vendita al dettaglio non fa eccezione. Sebbene in alcuni ambiti, come quello dell’elettronica e della cosmesi, la domanda abbia registrato un calo significativo, le vendite dei beni di prima necessità e dei prodotti per l’igiene personale sono invece raddoppiate. (Fonte: McKinsey)

A causa delle misure di lockdown adottate, molti consumatori hanno provato per la prima volta il servizio di consegna della spesa a domicilio o i modelli “click-and-collect”, come confermano i dati raccolti negli ultimi mesi.

• La ricerca della società di consulenza Bain & Company mostra che le vendite online di prodotti alimentari costituiscono al momento il 15% di tutte le vendite di generi alimentari. (Fonte: CNBC)

La diffusione all’interno delle famiglie odei servizi di e-commerce per la spesa online è passata dal 13% prima della pandemia al +31% a fine marzo. (Fonte: McKinsey)

• In Italia, secondo i dati dell’Osservatorio dei Consumi di Payback del gruppo American Express, il settore food & wine ha segnato una crescita complessiva del 227% e le transazioni digitali hanno registrato un aumento del 70% dal 9 marzo al 5 aprile. (Fonte: Repubblica)

QUESTO CAMBIAMENTO È DESTINATO A DURARE?

La risposta degli esperti è “sì”: questo cambiamento delle abitudini di acquisto dei consumatori si protrarrà a lungo, anche dopo gli effetti iniziali causati dalla COVID-19.

La pandemia è stata il catalizzatore che ha permesso di accelerare un processo di crescita che era già stato avviato prima della crisi. Le restrizioni agli spostamenti e la chiusura dei negozi fisici hanno fatto abbassare molte delle barriere all’adozione e, di conseguenza, i supermercati e i servizi di consegna hanno assistito a un aumento dei download delle app e delle registrazioni alle stesse. (Fonte: CNBC)

Nella fase di “nuova normalità” in cui stiamo per entrare, è probabile che le persone continuino a fare acquisti online per evitare lunghe file e gli accessi contingentati ai supermercati.

Inoltre, ora i consumatori hanno scoperto i vantaggi e la comodità di questi servizi e hanno ormai imparato a conoscerli a sufficienza da decidere di continuare a usarli. Se questo cambiamento di abitudini continuerà, i rivenditori di prodotti alimentari avranno un’enorme opportunità per adottare ancora più soluzioni digitali.

SEI PRONTO A SODDISFARE LE NUOVE ESIGENZE DEI CONSUMATORI?

I rivenditori non erano tuttavia del tutto preparati a questa novità. Coloro che disponevano già di sistemi di e-grocery hanno avuto difficoltà nel soddisfare l’enorme richiesta di ordini, con limitazioni per quanto riguarda la velocità di preparazione degli ordini e la capacità di eseguire le consegne. Altri, invece, non avevano ancora adottato questi tipi di servizi e hanno cercato di attivare rapidamente una soluzione per l’evasione degli ordini in negozio.

Alcune di queste aziende si sono rivolte a Logistics Reply e alla nostra ultima applicazione per la catena di approvvigionamento, LEA Reply™ In-Store Picking, la soluzione ideale per i rivenditori e le catene di supermercati con più punti vendita e ordini con volumi variabili che desiderano vendere i propri prodotti online e preparare gli ordini direttamente in negozio.

LEA Reply™ In-Store Picking è una soluzione mobile che semplifica il processo di preparazione degli ordini online in negozio, dalla ripartizione delle richieste tra i vari operatori, al prelievo e alla scansione degli articoli, fino al ritiro o alla consegna al cliente finale.

L’app guida gli utenti durante ogni passaggio del processo di preparazione, attraverso la scansione e la conferma dei codici a barre, in modo da garantire un numero minimo di errori.

Questa soluzione supporta il modello Click&Collect per cui i clienti possono ritirare i loro ordini direttamente in negozio o presso armadietti e sportelli idonei. Le consegne a domicilio sono inoltre gestite grazie a un’integrazione nativa con la soluzione LEA Reply™ Last Mile.

QUALI SONO I VANTAGGI DI LEA REPLYTM IN-STORE PICKING?

1. Facile da usare: La soluzione è stata progettata per essere intuitiva e necessita di una formazione minima; il design user-centered e l’approccio mobile-first rendono le operazioni più semplici ed efficaci.

2. Costi ridotti: LEA Reply™In-Store Picking non ha costi di avvio: può essere usata con gli smartphone di fascia consumer seguendo i principi BYOD (Bring Your Own Device) ed è stata progettata in modo da non necessitare di altre risorse dedicate.

3. Roll out veloce: L’integrazione rapida di nuovi punti vendita è garantita da un semplice processo di configurazione di 3 step, che il consumatore può implementare in autonomia.

LEA Reply™ In-Store Picking gestisce tutto ciò che succede dopo il clic del cliente, incentivandolo a tornare per altri ordini.

Per maggiori informazioni su LEA Reply™ In-Store Picking per prenotare una dimostrazione, visita il nostro sito web o contattaci al seguente indirizzo e-mail lea@reply.com



Further information that could be interesting:
Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Privacy